Vite precedenti
17104
single,single-post,postid-17104,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
 

Come ricordare le nostre precedenti incarnazioni

IMG_8143

03 Mar Come ricordare le nostre precedenti incarnazioni

Una leggenda narra che quando nasciamo un Angelo pone il dito indice sopra alle nostre labbra perché possiamo dimenticare le nostre vite passate e i dolori delle nostre precedenti incarnazioni.
Si crea così quella meravigliosa “fossetta” sotto il nasino di ogni bimbo.
Così trascorriamo la vita a ripetere gli stessi errori sino a che faticosamente progrediamo nella consapevolezza per poi fare un salto quantico nella nostra crescita, con un “click”.
Il salto quantico, per definizione, avviene quando si passa da una fase all’altra della nostra esperienza saltando le fasi intermedie.
A quel punto possiamo permetterci di guardare indietro perché non ne abbiamo più paura.
La meditazione e l’ipnosi regressiva ci aiutano ma a volte è meglio affidarci a quello che sentiamo. E allora ci aiutano gli incontri con persone che tornano nuovamente con noi per fare un altro pezzo di strada insieme in questa vita.
Sono le persone che sentiamo di conoscere al primo sguardo…❤️
Oppure ci troviamo a nostro agio (o a disagio) in posti in cui crediamo di non essere mai stati…🤔
E così via…
Se mi affido a quello che sento io scopro…😌

404